fbpx

Come Incrementare le vendite con un eCommerce

Lo sviluppo di un ecommerce richiede monitoraggio e cambiamenti continui sopratutto nel momento in cui sorge la problematica di dover incrementare le vendite. Non solo per la gestione ordinaria ma anche per lo sviluppo e l’aumento dei fatturati.

Strategie semplici per aumentare le vendite non esistono. Sopratutto perchè tendenzialmente è impossibile aumentare le vendite di un ecommerce sfruttando un unico canale. E poichè i budget di investimento non sono infiniti bisogna pensare bene su quali canali investire del denaro.

In questo articolo infatti cercheremo di scendere nello specifico di come aumentare le vendite con un ecommerce analizzando con attenzioni le varie metodologie.

Partiamo con un concetto. Se riceviamo 100 richieste di contatto al mese, se abbiamo fatto i compiti casa sapremo che un 20% concluderà l’acquisto del nostro prodotto. Ovviamente le cifre possono variare di caso in caso ma questi numeri ci servono per cominciare a definire delle strategie per l’incremento delle vendite.

La prima cosa che dobbiamo valutare è se vogliamo creare una strategia che tende all’aumento delle conversioni, (alzando ad esempio quella percentuale dal 20 al 40%) oppure se vogliamo aumentare le richieste di contatto mensili, portandole da 100 a magari 200.

Già in questa breve valutazioni si delineano già le ipotesi di lavoro per l’aumento delle vendite, il CASO1 nel quale dovremo aumentare il numero di clienti mantenendo a parità di numero di visite/contatto, oppure il CASO2 nel quale dovremo aumentare il numero di clienti e visite.

CASO 1: aumento della percentuale di conversione. Incrementare le vendite lavorando internamente

Se volessimo aumentare la percentuale di conversione per incrementare le vendite con l”ecommerce teoricamente dovremo lavorare sulla nostra infrastruttura, sul recupero dei carrelli abbandonati e sulla gestione del supporto clienti. Infatti con parole semplici, dovremo fare in modo che il numero di clienti che ci contattano siano più spinti all’acquisto e alla conclusione dell’ordine.

Per il recupero dei carrelli abbandonati ad esempio dovremo essere in grado di capire CHI è arrivato al checkout del nostro sito, quali prodotti voleva acquistare e provare a mandargli una mail, contattarlo o inserirlo in un meccanismo di retargeting in modo da automatizzare la strategia di conclusione dell’acquisto. In questo caso è possibile monitorare a livello quantitativo i miglioramenti che vengono fatti; se infatti so che prima di attuare strategie di recupero, la percentuale dei carrelli abbandonati era del 30%, dopo un tempo sufficientemente lungo sarò in grado di determinare di quanto è stato il miglioramento assoluto delle strategie adottate.

Un altro modo per aumentare la percentuale di conversione è la gestione del supporto clienti; tendenzialmente, più siamo veloci nel rispondere ai contatti e alle richieste, maggiori probabilità abbiamo che l’ordine venga concluso. In questo caso risulta per misurare l’effetto delle strategie, bisognerà monitorare il numero di richieste ricevute, e il numero di ordini mensili sia prima che dopo il miglioramento della infrastruttura di supporto al cliente in modo da poter valutare di quanto è stato il miglioramento delle vendite.

CASO2: Aumento del numero di contatti.

Un eCommerce, è fondamentalmente come un qualsiasi negozio o una azienda. Le strategie che si applicano sull’ecommerce sono valide in una qualsiasi attività commerciali. Se voglio aumentare il numero di contatti dovrò necessariamente creare delle campagne di marketing o aprirmi a nuovi mercati.

Nel caso di gestione delle campagne dovrò far riferimento a Google Ads, Facebook o altri meccanismi pubblicitari a pagamento. In questo caso potrà monitorare il numero di contatti grazie agli strumenti che queste piattaforme forniscono, controllando sempre il numero di conversioni che sono determinate da quella specifica campagna. In questo caso la difficoltà è la creazione delle campagne e la capacità di creare dei meccanismi per monitorarne l’efficacia delle vendite (Pixel, controllo di navigazioni … )

Ovviamente essendo piattaforme a pagamento hanno un loro costo che va attentamente controllato e questo costo rispecchia la capacità di queste piattaforme di trovare clienti in target rispetto al prodotto specifico che stiamo vendendo. Nel caso in cui sapessi già che un mio target di riferimento si trova su determinate piattaforme come subito.it, kijiji o forum, potrei attuare delle strategie per essere più partecipe in quei contesti specifici. In questo caso è fondamentale aumentare la visibilità degli annunci o la frequenza di creazione.

Potenzialmente nel caso in cui volessi aumentare il numero di contatti potrei aprirmi anche a mercati esteri, fermo restando che l’ecommerce e la struttura organizzativa lo consentono. Se le fondamenta infatti del vostro ecommerce non sono realmente stabili, rischiate di fare male tutto rischiate di buttare via soldi come se piovessero.

Potrò infatti costruire un grattacielo, solo se le fondamenta saranno estremamente solide 😉

Per concludere, incrementare le vendite con gli ecommerce può essere un attività complessa e se non hai strutturato internamente la tua azienda per poter attingere a tutte le informazioni delle quali abbiamo parlato rischierai di mischiare tutte le tue attività senza ottenere nessun miglioramento.

Sei pronto a vendere Online?

Inserisci i tuoi dati per ricevere un appuntamento per una consulenza gratuita per verificare i risultati GARANTITI che potrai ottenere dal tuo sistema di vendita online!