fbpx

[MARKETING] La cecità dei marketers

La categoria dei marketers è difficile da inquadrare. Ci sono alcuni esperti che veramente possono darvi un aiuto importante all’interno dell’azienda; questi esperti per lavorare nelle loro condizioni ottimali hanno bisogno di una azienda ben costruita e che sia in grado di fornire tutte le informazioni necessarie per targettizzare i clienti e costruire campagne realmente efficaci.

Poi possiamo costruire una seconda macro categoria, cieca alle realtà aziendali e che sono divisibili in due gruppi:

  • Chi sponsorizza il marketing come unica soluzione di crescita credendoci veramente
  • Chi vi truffa sponsorizzando il marketing come unica soluzione di crescita sponsorizzando casi di studio palesemente non reali

Andiamo al sodo e vediamo per quale motivo entrambi i casi sono da analizzare.

Parto da un presupposto: fare marketing non vuol dire fare campagne su facebook o su tik tok. Il marketing vero è tutt’altro. E sono sicuro che la fuori è pieno di professionisti molto bravi ma purtroppo prendono voce sempre e solo le stesse persone che di gestione aziendale non ne sanno nulla.

La domanda cardine che si devono porre i marketers è:

“Quale è la cifra da investire nel marketing?”

Parliamoci chiaro, se la risposta è “il massimo che puoi investire” è ovvio che è una risposta farlocca.

Facciamo qualche esempio pratico

Caso 1) Fatturo 10, ho di utile 2, se investissi nel marketing 1 al mese è ovvio che diventa un business non profittevole.

Caso 2) Fatturo 10, ho di utile 8, se investire 5 nel marketing può avere un senso in quanto comunque mi rimane dell’utile da gestire.

Già possiamo delineare due casistiche, quelli degli info prodotti (corsi, video etc) che non hanno costi di produzione e l’unico costo è il marketing, e i prodotti e servizi reali.

Tendenzialmente i marketers vi costringono ad investire 5 ed è palese che per una azienda è impossibile sostenere questa tipologia di costi e ciò che è ancora più vergognoso è mostrarvi foto di dashboard con fatturati stratosferici che tendenzialmente sono manipolati.

Come fare a investire nel marketing in modo intelligente?

Prima di farsi abbindolare è FONDAMENTALE fare una analisi dei costi di gestione e degli utili in modo da poter valutare come quanto e dove investire. Anche perchè, se investissimo nel marketing una cifra al di sopra delle nostre potenzialità, dovremmo non solo avere la struttura produttiva per sostenere le eventuali vendite ma anche la struttura informatica per poter gestire il denaro in ingresso e la struttura per gestire le varie comunicazioni e i resi.

Una azienda, grande o piccola che sia, si muove per macroaree e tutte devono correre alla stessa velocità.

Se si produce più del dovuto avremo i magazzini pieni e poche vendite.

Se si vende più di quanto si è in grado di produrre, abbiamo problemi di resi e conseguente sfiducia del cliente.

Se si investe più del dovuto nel marketing, si posiziona una lente di ingrandimento su tutta l’azienda che se non è in grado di gestire le comunicazioni, le vendite, i resi e la produzione.

Sei pronto a vendere Online?

Inserisci i tuoi dati per ricevere un appuntamento per una consulenza gratuita per verificare i risultati GARANTITI che potrai ottenere dal tuo sistema di vendita online!